Respira che ti passa

A chi non è capitato di avere il respiro bloccato da un’emozione o da un’azione che richiede sforzo e velocità? A un colloquio di lavoro o a un esame, quando ci si arrabbia, mentre si solleva una valigia pesante, quando si corre per non perdere l’autobus .. ecco una mini sequenza tratta da una lezione Feldenkrais che può essere eseguita ogni volta che si ha il fiato corto o che si va in apnea, per riprendere a respirare liberamente, riprendendo anche la calma e quella sorta di neutralità che ci aiuta a riconnetterci a noi stessi e al qui e ora..
1. Stenditi sulla schiena e individua quattro sezioni del tronco: la parte alta e la parte bassa del torace; la parte alta e la parte bassa dell’addome. Nota quali di queste parti senti muovere maggiormente in relazione al respiro;
2. appoggia i palmi delle mani sulla parte alta del torace (petto) ed espandila durante l’inspiro;
3. sposta le mani sulla parte bassa del torace ed espandila durante la successiva inspirazione;
4. fai lo stesso passando alla parte alta dell’addome;
5. e ancora passando alla parte bassa dell’addome;
6. ripeti più volte la sequenza, continuando ad espandere una parte in relazione all’inspirazione, spostando via via le mani;
7 riposa e senti come appoggia la schiena a terra;
8. inspirando espandi il torace e premi l’addome verso il pavimento e poi espirando espandi l’addome e fai sprofondare il torace verso il pavimento;
9 inspirando espandi l’addome e premi il torace verso il pavimento e poi espirando espandi il torace e fai sprofondare l’addome verso il pavimento;
10. respira normalmente, senti com’è ora il respiro e quali spazi interni occupa.

Il prossimo seminario lo facciamo a testa in giù

Guardare il mondo al contrario“, questo il titolo del seminario metodo Feldenkrais che si terrà sabato 14 giugno, dalle 10.00 alle 17.00. E’ tipico del Metodo Feldenkrais rompere gli schemi per permetterci di cambiare prospettiva, accogliere nuovi punti di vista, riorganizzarsi a partire da orientamenti inusuali; il tutto per agevolare un percorso di consapevolezza corporea che si irradia a tutti i livelli: psicologico, intellettivo, emotivo. Il seminario, condotto da Milena Costa, sarà l’occasione per ritrovare la sensazione di quando, da bambini, si guardava il mondo a testa in giù, ribaltando la posizione in relazione alla gravità. Un orientamento, questo, molto efficace per migliorare l’organizzazione della postura.