Mara Della Pergola

“Quando si forma il gruppo di una nuova formazione, per ognuno di noi inizia un viaggio personale e al tempo stesso condiviso. Ogni gruppo ha una propria personalità, composta dall’insieme di personalità che vi appartengono, ed è bello scoprirla nel corso del viaggio. Ecco perché è sempre un’emozione cominciare questo percorso che ci vede assieme per quattro anni.”

Mara Della Pergola

L’8° Corso di Formazione Insegnanti del Metodo Feldenkrais® si svolge tra settembre 2013 e luglio 2017. Direttrice pedagogica: Mara Della Pergola, responsabile della modalità didattica e dell’intero programma, coordina lo staff degli insegnanti, che contempla i più esperti trainers a livello internazionale: Sabine Pfeffer, Anna Maria Caponecchi, Paul Newton, Alan Questel, Ingrid Wilczek, oltre a un numero di assistenti proporzionale al numero degli iscritti. Il team comprende professionisti che hanno lavorato a lungo o studiato con Moshe Feldenkrais e hanno già collaborato con l’Istituto nelle formazioni precedenti. Grazie ai loro diversi percorsi ed esperienze, contribuiscono a formare una nuova generazione di insegnanti preparata a operare in vari settori lavorativi.

Le sessioni primaverili e autunnali si svolgono a Milano, mentre quelle estive si tengono ad Asiago (VI), una bella località a 1000 m di altitudine, che offre innumerevoli attività sportive e ricreative. Asiago è vicina ad alcune città di cultura e arte: Venezia, Vicenza, Verona, Padova e permette di combinare il piacere dell’apprendimento con un uso interessante del tempo libero.

Assistenti: Valeria Maffei, Carla Cornolti, Eva Bleicher.

CALENDARIO e INSEGNANTI CORSO MILANO 8

Primo anno 2013 – 2014

20 – 25 settembre 2013
Mara Della Pergola

16 – 21 novembre 2013
Mara Della Pergola

15 – 23 febbraio 2014
AnnaMaria Caponecchi

4 – 12 maggio 2014
Mara Della Pergola

19 – 30 luglio 2014
Ingrid Wilczek

Secondo anno 2014 – 2015

31 ottobre – 9 novembre 2014
Mara Della Pergola

30 gennaio – 8 febbraio 2015
Ingrid Wilczek

6 – 14 aprile 2015
Sabine Pfeffer

1 – 20 luglio 2015
Mara Della Pergola

Terzo anno 2015 – 2016

31 ottobre – 8 novembre 2015
Mara Della Pergola

30 gennaio – 7 febbraio 2016
Sabine Pfeffer

30 aprile – 8 maggio 2016
Mara Della Pergola

2 – 21 luglio 2016
Mara Della Pergola/AnnaMaria Caponecchi 

 

Quarto anno 2016- 2017

29 ottobre – 6 novembre 2016
Mara Della Pergola

18-26 febbraio 2017
Alan Questel

22 aprile – 1 maggio 2017
Paul Newton

1 – 20 luglio 2017
Mara Della Pergola

Sono inoltre in programma degli incontri di recupero per chi non potrà frequentare parte del primo anno.

PERCORSO FORMATIVO

Primo anno
Nel primo anno si introducono tutti gli elementi di base del Metodo.
Alcune lezioni di CAM quotidiane, tre lezioni individuali di IF a ogni allievo, lezioni teoriche, dimostrazioni e pratica in coppie o in piccolo gruppo del lavoro manuale costituiscono una solida base per l’apprendimento. Gli allievi iniziano a riconoscere differenze nel proprio modo di muoversi e in quello delle altre persone (orientamento, organizzazione e intenzione), a osservare cosa manca nell’immagine del movimento e a trovare una buona auto-organizzazione per poter entrare in contatto con un’altra persona.

Secondo anno
Il secondo anno del corso si rivolge in modo specifico alla struttura e alla funzione delle lezioni di CAM e di IF per preparare all’insegnamento delle CAM dopo la fine del secondo anno. Vengono affrontati tutti gli aspetti dell’insegnamento delle CAM e sono previsti molti momenti di pratica individuale e in piccoli gruppi, con la supervisione e il sostegno dei docenti.
Si cominciano a riconoscere alcune configurazioni funzionali fondamentali e si impara ad applicare queste osservazioni nell’IF e nelle CAM.
Viene utilizzata la pratica di IF come aiuto per una comprensione profonda delle lezioni di CAM.
Obiettivi dell’insegnamento delle CAM:
♦ come offrire chiare istruzioni di movimento, basate sulle sensazioni,
♦ come percepire, descrivere e utilizzare le varie modalità di organizzazione presenti nel gruppo,
♦ come ottimizzare l’apprendimento delle funzioni attraverso la struttura di una lezione di CAM,
♦ la comprensione delle strategie di base di una CAM,
♦ la comprensione dei temi funzionali, generalmente presenti in tutte le lezioni di CAM,
♦ iniziare a creare un repertorio di lezioni di base da sperimentare tra le sessioni.
Obiettivi dell’insegnamento dell’IF:
♦ lavorare con e attraverso lo scheletro in maniera funzionale,
♦ ridurre il lavoro muscolare,
♦ esplorare il rapporto prossimale-distale,
♦ esplorare il rapporto agonisti-antagonisti,
♦ capire l’integrazione e la differenziazione,
♦ sostenere o interrompere gli schemi della persona,
♦ lavorare sulla respirazione e sull’attenzione,
♦ sperimentare schemi funzionali e variazioni,
♦ sperimentare i concetti di sviluppo e di apprendimento senso-motorio,
♦ lavorare sull’auto-organizzazione dell’allievo quale strumento per facilitare l’apprendimento.

Terzo anno

Il terzo anno si focalizza sulla capacità di individuare le componenti dell’IF e sullo sviluppo delle capacità tecniche e percettive. Proseguendo nella pratica manuale dei primi due anni, si sviluppa il livello successivo: dare una lezione di IF senza mai separare la tecnica dal contesto generale delle funzioni e dell’apprendimento. Viene data specifica attenzione alla postura e all’organizzazione dell’allievo mentre dà un’IF, affinché possa migliorare la qualità del contatto.
Gli allievi assistono a lezioni di IF date a clienti con problemi fisici diversi e iniziano a sviluppare il senso degli elementi “creativi” dell’IF.
Vengono costantemente messe in luce le dinamiche intrinseche e le strategie comuni a CAM e IF per migliorarne la comprensione e la capacità di insegnarle.
Gli allievi si esercitano in IF con:
♦ varie posizioni di base: supini, di fianco, proni, seduti,
♦ schemi di movimento scheletrico: flessione, estensione, flessione laterale, rotazione e contro-rotazione,
♦ collegamento tra gli schemi base del movimento scheletrico e gli schemi funzionali di azione: girarsi di lato, rotolare da proni a supini, mettersi seduti e alzarsi in piedi…,
♦ osservazione nei compagni degli schemi abituali di organizzazione motoria e di postura in termini funzionali e di apprendimento, di come accordarsi o come provocarli in modo  da spostare l’attenzione e la percezione, chiarire e riorganizzare l’immagine di sé,
♦ viene fatta una supervisione al lavoro di IF tra compagni per individuare con ogni allievo cosa sia necessario approfondire e chiarire.

Quarto anno

Il quarto anno approfondisce tutti i temi degli anni precedenti e aggiunge la pratica di IF con clienti esterni alla formazione.
Si lavora in piccoli gruppi per dare maggiore feedback e tutta l’attenzione possibile a ciascun allievo, con momenti di supervisione individuale alle IF date dagli allievi.
Ogni allievo dà almeno due/tre sedute di IF a persone esterne al corso con la supervisione e la guida degli insegnanti. In tal modo si individuano gli aspetti da approfondire, per migliorare la qualità del lavoro e sviluppare la capacità di dare IF complete e di trattare specifici bisogni.
Si impara a mantenere un atteggiamento aperto nei confronti dell’apprendimento e dell’analisi degli schemi motori, mentre contemporaneamente si struttura una situazione di apprendimento che sia significativa per l’altra persona.
Viene dato spazio a esercitazioni sulla presentazione del Metodo e su come iniziare e organizzare una nuova professione.

MODALITA’ DI ISCRIZIONE

Il Corso è pensato e programmato per formare persone con provenienza culturale e/o professionale diversa. Un gruppo misto si è sempre rivelato fonte di stimolo e di ricchezza per la formazione. I partecipanti vengono accettati dopo un colloquio per conoscerne le motivazioni alla frequenza e dopo la presentazione di un curriculum vitae, senza preclusione per provenienza lavorativa, esperienze o interessi personali, età, sesso, abilità fisica.
Dopo un primo contatto con la direttrice pedagogica Mara Della Pergola, dovrà essere portata o inviata la seguente documentazione alla segreteria organizzativa, facendo riferimento a Valentina De Giovanni:
– la scheda di iscrizione qui allegata
– il curriculum vitae con fotocopia dei diplomi conseguiti
– una foto tessera recente
– le motivazioni per l’iscrizione e le eventuali precedenti esperienze Feldenkrais
– lo stato attuale di salute
– ricevuta bonifico di € 500 di deposito da effettuare a Istituto di Formazione Feldenkrais

IBAN IT18G0306909400100000010264 Banca Intesa San Paolo, via G. Verdi 8 Milano
Entro il mese successivo al ricevimento della domanda di iscrizione, sarà inviata una lettera di conferma e fissato un incontro. Il numero di posti è limitato e le iscrizioni saranno accettate secondo un criterio di priorità di ricevimento. È consigliabile avere esperienza di CAM o IF.

QUOTA

Quota: € 3.350,00 ad anno per i primi due anni e € 3.450,00 ad anno per gli ultimi due.
La quota annuale è pagabile in tre rate e include le registrazioni audio di tutte le lezioni.

VARIAZIONI

Nel caso in cui il numero degli iscritti fosse insufficiente o venisse a mancare la disponibilità degli insegnanti, il corso potrà essere annullato o posticipato e ne sarà data comunicazione con un anticipo di 30 giorni. È possibile che avvengano variazioni sulla scelta della località.

RINUNCIA

In caso di mancata partecipazione la cifra di deposito sarà rimborsata, dedotti € 100 per spese di segreteria.

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

L’organizzazione del Corso di Formazione Feldenkrais Milano 8 è affidata a Valentina De Giovanni.

L’organizzazione assolve a tutte le pratiche amministrative e di segreteria in accordo con le esigenze didattiche e con l’obiettivo di garantire il buon andamento del corso. Ha l’incarico di fornire agli allievi le indicazioni relative all’alloggio e ai servizi utili a Milano e nelle altre località in cui si svolge la Formazione ed è referente per tutte le informazioni relative al corso.

Vuoi maggiori informazioni? Compila il form!