Ogni lezione di CAM (Consapevolezza attraverso il Movimento®) ha un tema funzionale, ossia è pensata e costruita per migliorare una specifica azione: camminare, respirare, saltare, girarsi, chinarsi, raggiungere, nuotare, suonare, cantare ecc. Approfondire un tema porta a un profondo ascolto di sé, con una chiara percezione dei movimenti che compongono un’azione e quindi facilita l’azione stessa.

Al fine di permettere una full immersion nei diversi temi, l’IsFel organizza regolarmente seminari aperti a tutti, della durata di un giorno o due, durante i fine settimana. Viene rilasciato un attestato di partecipazione. Si consiglia un abbigliamento comodo.

Seminari 2016/2017

"Così, su due piedi...un fortunato punto d’equilibrio"

sabato 8 aprile 2017  dalle ore 10:00 alle ore 17:00

Condotto da Claudio Gevi

hollywoodparty_755x755E’ un fatto: l’evoluzione non ci aveva previsto. Quando abbiamo cominciato a muoverci per la savana, non era scontato che riuscissimo a trovare il modo di restare in equilibrio sulla piccola superficie dei nostri piedi. E’ stato questo colpo di fortuna che ci ha permesso di percorrere il pianeta. Così, grazie al continuo movimento e alla libertà concessa alle mani di plasmare il mondo, il nostro cervello si è sviluppato in modo fantastico.

Esploreremo come stiamo in piedi, il sottile gioco che ci permette di restare in equilibrio nelle   posizioni e  nei movimenti più svariati  e di far fronte a situazioni imprevedibili.  Come camminiamo, saltiamo e corriamo e come potremmo avere una maggiore stabilità e scioltezza in tutto il corpo  con movimenti  più efficaci e meno faticosi.   Con un po’ di anatomia comparata potremo anche  sentirci più vicini ai nostri progenitori  ed apprezzare il cammino percorso!

 

Né gabbia né cassa: il torace flessibile

sabato 3 dicembre dalle ore 10:00 alle ore 17:00

Condotto da Alessandra Guadagni

spennacchiotto214x214Se pensiamo al torace dal punto di vista del movimento lo colleghiamo esclusivamente al respiro. Per il resto lo viviamo come qualcosa di robusto e rigido, una “cosa” che è necessario portarsi a spasso a causa della sua funzione protettiva. Come si farebbe con una cassa, o una gabbia, appunto.

Del resto, con l’eccezione di quella zona inferiore e più periferica dove è più facile percepire il respiro, spesso il torace è così poco flessibile da farci dubitare che abbia realmente la possibilità, e la necessità, di flettersi. Eppure la gabbia toracica comprende sì sterno e coste, ma anche una grande quantità di articolazioni, e di muscoli, che permettono alle queste ossa di muoversi. E non solo per respirare. In questo seminario esploreremo proprio le capacità insospettate e “nascoste” del torace, la sua capacità di muoversi autonomamente rispetto al respiro, di essere “flessibile”, “morbido” e con ciò di contribuire a potenziare, facilitare e armonizzare i movimenti delle parti ad esso collegate (come la colonna e le clavicole) e anche quelli delle parti più distanti (testa, braccia, bacino, anche e gambe).

Canta che ti passa!

sabato 21 gennaio 2017  dalle ore 10:00 alle ore 17:00

Condotto da Milena Costa

liza_minnelli_755x755Un vecchio detto popolare diceva così: quando sei di malumore canta che ti passa!

In effetti se lasciamo uscire la nostra voce libera e ci facciamo coinvolgere dal suono, sentiamo le vibrazioni che scorrono dentro di noi e cambiano i pensieri, le emozioni e anche la postura.

Il seminario è un’occasione per imparare a lasciare andare tensioni inutili e permettere alla voce di uscire senza sforzo. È interessante osservare come la voce si modifica attraverso esperienze di movimento e con il suono.

Affrontiamo il mal di schiena sfruttando la forza di gravità

sabato 15 ottobre 2016 dalle ore 10:00 alle ore 17:00

condotto da Mara Della Pergola

willy-wonka-grand-entrance-o-qQuante volte per difenderci dai dolori siamo costretti a ridurre il nostro repertorio di movimenti abituali? La schiena che si fa sentire rivela una scarsa organizzazione e può diventare la manifestazione di un grosso disagio.

Come è possibile renderla più neutra e contemporaneamente mantenerla attiva per fare ciò che desideriamo: forte per sostenerci e infine flessibile per adattarci?

E’ necessario prima di tutto sentire e chiarire i collegamenti funzionali della colonna vertebrale con tutte le altre parti del corpo, per aiutare il buon funzionamento dell’intero organismo e per eliminare sforzi e dolori dai gesti quotidiani.

Nell’incontro impareremo anche a non combattere contro la forza di gravità, ma a utilizzarla con agilità per recuperare l’innata capacità di muoverci in qualsiasi direzione con leggerezza e piacere.

Il seminario è aperto a tutti. E’ interessante per chi desidera iscriversi alla formazione Feldenkrais che inizierà a novembre 2016 a Milano e vuole prima incontrare la direttrice didattica.

I seminari sono validi per i soci AIIMF ai fini del rilascio dell’attestazione di Qualità e Qualificazione Professionale.

a

Quote di partecipazione


Sconti non cumulabili per chi fa più seminari, per i giovani under 25 (15%), per gli allievi in formazione (10%) e per le convenzioni FAI (10%).

Quota associativa annuale per accedere alle attività dell’IsFel: 20€

  • SEMINARI
  • 1 giornata
  • pacchetti da tre seminari
  • pacchetti da sei seminari
  • QUOTE
  • 90 €
  • 240 €
  • 460 €

Iscrizioni

Dopo aver verificato la disponibilità di posti si prega di effettuare il versamento del 50% della quota di iscrizione mediante bonifico bancario entro 8 giorni dalla data del seminario scelto.
IBAN  IT18G0306909400100000010264 Banca Intesa San Paolo, via G. Verdi 8 Milano intestato a  IsFel Istituto di Formazione Feldenkrais.
Nella causale del bonifico  va specificato il titolo del seminario.